Sono più golosi di zucchero e sale perché avvertono meno i sapori. Ecco cosa si può fare

Negli anziani cala la percezione dei sapori e allora consumano più sale e più zucchero aumentando il rischio di malattie cardiovascolari e metaboliche.

Colpa dell’età: con gli anni si avvertono meno i sapori

Sale infatti la soglia di percezione per tutti i  cinque i gusti: salato, acido, dolce, amaro e umami (il  sapore di glutammato).

In particolare, negli anziani la soglia di percezione

  • dell’acido e del dolce è 1,5 volte più elevata rispetto ai giovani.
  • per l’amaro e per il salato è più elevata 
  • minore per l’umami, ma con pochi studi disponibili.

All’ultimo congresso nazionale della Sigg (Società italiana di gerontologia e geriatria) è stata presentata una sintesi di 23 ricerche 

Perché cambia il gusto negli anziani

  • disfunzione dei recettori del gusto
  • cambiamento nell’olfatto
  • igiene orale poco accurata.

E per altre ragioni

  • ridotta produzione di saliva sia per degenerazione fisiologica delle ghiandole salivari sia per effetto dei farmaci;
  • difficoltà masticatorie e deglutitorie
  •  reflusso gastro-esofageo
  • diabete
  • decadimento cognitivo
  • tabagismo
  • l’utilizzo di farmaci come anti-infiammatori e antibiotici.

Strategie per una dieta più equilibrata per gli anziani

Le strategie ci sono: semplici ed efficaci. Gli anziani sono sensibili ad altre proprietà dei cibi:

  • consistenza
  • aspetto
  • colore.
insalata frutta

Per stimolare l’appetito gli esperti suggeriscono di puntare su:

  • odori e sapori diversi.
  • modalità di cottura
  • stagionalità dei prodotti
  • frutta e verdura mature magari in macedonia, grattugiate, passate, cotte al vapore.

 Ginnastica sensoriale per allenare tutti i sensi

E infine la ginnastica sensoriale ovvero allenare gli altri sensi sperimentando sapori  e odori diversi. Come ha fatto il progetto europeo Gymsen, alias Sensory Gymnastic for the Elderly che ha coinvolto circa 100 anziani in quattro paesi europei, Italia inclusa

Post a comment