Intervista a un caco. Non cacofonica

Buongiorno signor caco, sono qui per farle un’intervista. Che ne dice? Le dico che sono ormai rassegnato. Ma, come lei naturalmente non saprà, noi siamo una delle 12 piante sopravvissute all’esplosione atomica di Nagasaki del 1945. Per questa ragione ci chiamiamo anche “albero della pace”. Se abbiamo resistito a quell’inferno, dovremmo resistere anche a questa

[ Read More ]

Uno zuccone intervista una zucca

Buongiorno zucca, come va questo autunno 2019? Giornalisti e scocciatori a parte, abbastanza bene. Del resto noi siamo il frutto autunnale per eccellenza. Anzi, direi proprio, senza presunzione, che siamo le regine d’autunno. E poi, il nostro allegro color arancione, aiuta a vedere la vita con ottimismo perfino avendo lei tra i piedi. O meglio,

[ Read More ]

Intervista a una castagna. Signora o signorina?

Buongiorno castagna. Come la debbo chiamare: signora o signorina? Se me lo avesse chiesto pochi minuti fa, le avrei risposto signora, ma adesso che sono caduta dall’albero e il mio riccio protettivo si è rotto, sono diventata signorina. Il riccio, per noi castagne, è una specie di marito. L’albero da cui è caduta è davvero

[ Read More ]

Intervista (non del cavolo) a un cavolo

Buongiorno signor cavolo, perché ha tanto insistito per fare questa intervista proprio alle 16.30? Per sfatare un luogo comune.    Mi scusi sa, ma non capisco il senso. Questa è l’ora classica della merenda. I cavoli… Che bravo! Non ci avrei mai pensato. Lei, dicendo questo, dimostra che abbiamo sfatato anche un secondo luogo comune

[ Read More ]

Intervista a un cocomero. Anzi a un’anguria

 Salve signor cocomero, come va? Veramente io sono una signorina e mi chiamo anguria.    Mi scusi, non mi ero accorto. Con tutte queste foglie… Ma quali foglie! Qui siamo al Nord e ci chiamiamo angurie. Si informi.  Lo farò, ma torniamo al “come va”? Come lei dovrebbe sapere, durante la stagione estiva diamo il

[ Read More ]

Canta che ti passa

“Canta che ti passa” è una delle frasi celebri meno vere che si conoscono Più spesso, al contrario, quella che ti passa è proprio la voglia di cantare. Basta guardarsi un po’ attorno. Comunque sia, abbiamo cercato (per lo più) di giocare coi titoli di alcune canzoni (non tutte famose), titoli in sequenza per comporre

[ Read More ]

Strane coppie di città (italiane)

Le città italiane, specialmente (ma non esclusivamente) quelle più importanti, sono cariche di storia, simboli, dialetti, cibi. E, soprattutto, di persone e di problemi, a volte tragici, ad esse legati. Tutto questo, a noi pare, contribuisce a determinare una sorta di “carattere” delle città italiane. Ognuno diverso dall’altro, ma non opposti. Anzi, a guardarli da

[ Read More ]

COLLEGIO SINDACALE, non parla come mangia

Il nostro Mondo non è mai stato tanto fragile e vulnerabile. Il paradosso (non è detto) è che la vita delle persone non è mai stata così controllata ed accertata come in questi anni. Non solo le persone. Anche cibo, aria, acqua, edifici e…società. Chi vigila sulle società? Il Collegio Sindacale. Come parla il Collegio

[ Read More ]

Le strane coppie: natura e politici

Animali e piante: che politico ti torna in mente? Alla ricerca delle strane coppie. Sì, ancora AL GOVERNO Sgombro (inteso come verbo): Conte Fico: Fico Squalo: Salvini Rampicante: Di Maio Grillo: Grillo Gallo Cedrone: Di Battista Bradipo: Toninelli Salice Piangente: Tria ALL’OPPOSIZIONE  Ghianda: Zingaretti Ermellino: Lotti Pavone: Renzi Pettirosso: Fratoianni Giaguaro: Bersani Frassino: Fassino   

[ Read More ]

Il gioco delle coppie: NAZIONI

È l’ora dello stretching (mentale). Compito: allontanare il tormentone dello stress quotidiano. Al posto dei politici, questa volta abbiamo infilato le Nazioni (europee e non). Associando a piacere. Frugando nella storia, nell’attualità e nella nostra fantasia.  Italia lasciate ogni speranza o voi che l’abitate.  Spagna la Catalogna non è solo una cicoria contro la stitichezza.  Irlanda

[ Read More ]