Sanzione amministrativa di 8.600 euro a una farmacia che su ricetta medica  prepara la Cannabis per uso terapeutico. Per propaganda indiretta

L’hanno consegnata i Nas alla farmacia San Carlo di Ferrara “per aver effettuato in modo indiretto propaganda di sostanza o preparazioni comprese nella tabella previste all’art. 14 del D.P.R. 309/90 e per il solo fatto di essere presenti su siti internet di ricerca che permettono ai pazienti di rintracciare le farmacie che possono allestire preparati a base di Cannabis Terapeutica”. Lo scrivono su Facebook i titolari Matteo e Paolo Mantovani

“Sapete una cosa? Non ci fermeremo; è solo l’inizio di un processo che è destinato a crescere e saremo ancora più spinti a confrontarci con le Istituzioni, con Organi Funzionari, con Medici e con chiunque avesse intenzione di approfondire la tematica perché la Medicina è una branca della Scienza in CONTINUA EVOLUZIONE”

Claudia, risponde:

“La mia voce non la sentirà nessuno, ma come paziente che è rinata grazie all’uso di cannabis terapeutica URLERò  finché avrò voce!!!
Se le cose stanno come dici, e non ho motivo per dubitarne, il ministero della salute e la Regione Emilia Romagna dovrebbero ringraziare farmacisti come voi che stanno contribuendo a fare quella INFORMAZIONE e quel SUPPORTO a tanti pazienti e medici che loro malgrado non sanno dove sbattere la testa!

  • Finalmente si inizia a parlare di cannabis terapeutica,
  • l’istituto farmaceutico militare (Firenze) stesso la produce,
  • ha un costo inferiore a tante cure equivalenti, meno efficaci e con più effetti collaterali,
  • i pazienti hanno dei benefici tangibili o anche solo una SPERANZA  (che per chi sta male davvero è l’unico motore per andare avanti)
  • e i NAS che fanno?????

La necessaria triangolazione medico-paziente-farmacista

Sono pronta a raccontare pubblicamente la mia esperienza di donna malata di sclerosi multipla e fibromialgia, che per anni è sopravvissuta fra letto e divano, in preda a dolori tremendi giorno e notte, che è RINATA e conduce una vita NORMALE grazie alla cannabis terapeutica!!!!!
Io devo tutto a quei medici e a quei farmacisti che ci hanno creduto e che mi hanno indicato la via…
Al convegno dell’AMRER  tenuto a Bologna all’ospedale Maggiore si parlava della necessità di triangolazione fra medico paziente e farmacista….mi sembra che ognuno di noi stia iniziando a fare la sua parte con ottimi risultati.

Stiamo collaborando tutti per un futuro migliore di TANTI. 

Non si può confondere la propaganda con l’informazione

La propaganda è lecita, L’INFORMAZIONE è un diritto e un dovere!!!
NAS aiutateci, collaborate con noi, non ostacolate un percorso che definirei STORICO!”

Post a comment