Lo sdoganamento delle merendine arriva da un’indagine statistica effettuata da Doxa e Aidepi (Associazione delle industrie del dolce e della pasta).

Hanno accertato che 21 milioni di italiani consumano merendine in media 2 volte a settimana.

Merendine, le false credenze

Ecco perché, secondo la ricerca, le convinzioni degli italiani sono totalmente sbagliate:

  • l’85% degli italiani non sa che nelle merendine non ci sono più gli acidi grassi trans in quanto le grandi aziende dolciarie italiane li hanno tolti da tempo;
  • 8 italiani su 10 pensano che siano più caloriche delle merende fatte in casa, una merendina invece contiene meno calorie di un trancio di pizza, di un panino “imbottito” o di una fetta di torta fatta in casa;
  • 3 italiani su 4 (75%) credono che siano la causa dell’obesità infantile. Ma innumerevoli studi scientifici  evidenziano che non è solo l’assunzione di cibi a determinare l’obesità, ma lo stile di vita. Proprio nelle regioni dove c’è un maggior consumo di merendine, cioè al Nord Italia, ci sono i minori tassi di obesità;
  • il 63% pensa che lo zucchero di una sola merendina faccia superare il bisogno giornaliero di zucchero di un bambino e invece non è vero;
  • sempre il 63% non sa che le merendine vengono fatte anche con il lievito madre che viene utilizzato per molte merendine.

 

merendine italiane indagine

Website Comments

Post a comment