Promettono di essere puri, ma l’etichetta può mentire. Illudono di essere naturali, eppure contengono anche farmaci non autorizzati. Garantiscono benefici, ma sono potenzialmente pericolosi per la salute.

Molti integratori a base di erbe, tra questi quelli per l’obesità e la disfunzione erettile, contengono farmaci (non dichiarati) oltre a presentare altre irregolarità. Lo denuncia il report pubblicato sul Journal of the Association of Public Analysts.

Lo studio si basa sull’analisi dei casi di allerta segnalati dal 2009 al 2016 dal RASFF, il sistema di allerta rapido dell’Unione europea. Dati rielaborati da un gruppo di ricercatori della Queen University di Belfast, Kingston University di Londra e della società di analisi LGC.

Cosa hanno trovato i ricercatori negli integratori a base di erbe?  Ecco le sostanze più comuni:

  • 63 integratori alimentari contenenti sibutramina, di cui 47 dopo il 2010, quando il farmaco Reductil utilizzato per curare l’obesità è stato ritirato dal mercato in Europa e negli Usa. Motivo: aumento del rischio di infarti e ictus associati all’uso del farmaco.
  • 29 casi contenenti tadalafil, farmaco utilizzato per la disfunzione erettile
  • 68  contenenti sildenafil farmaco utilizzato per la disfunzione erettile (un analogo del viagra) e sostanze chimiche simili.
  • 30 integratori contenti yohimbina utilizzato come afrodisiaco, ma noto per aumentare la pressione sanguigna e indurre ansia.
  • 58 casi DMAA o dimetilammina simile all’anfetamina, stimolante del sistema nervoso, nota alle cronache sportive come dopante (è costata a Bolt l’oro di Pechino e non solo)
  • 37 casi con presenza di synephrine, phenethylamine e derivati

Perché sono presenti questi farmaci?

A volte sono presenti accidentalmente, a volte addizionati deliberatamente per migliorare i prodotti sostengono gli esperti che hanno condotto la ricerca.

Interazioni con altri farmaci, questo è il pericoloviagra

Il pericolo nasce anche dalle interazioni di questi farmaci con altri integratori o farmaci che i consumatori stanno assumendo.

È il caso di tadalafil e sildenafil  farmaci per la disfunzione erettile. Assunti contemporaneamente a farmaci contenenti nitrati (è il caso dei diabetici o di chi soffre di ipertensione), possono:

  • abbassare drasticamente la pressione sanguigna
  • causare gravi problemi di salute.

Consigli per gli acquisti:

  • cautela nell’acquisto gli integratori;
  • se comprate online, utilizzate siti web affidabili.
  • dite sempre al vostro medico di famiglia tutti i farmaci che state assumendo, integratori a base di erbe inclusi, onde evitare interazioni negative con altri farmaci

 

Cosa risponde l’industria?

  • Che si tratta di incidenti isolati,
  • che riguardano in genere prodotti finiti importati nella Ue dall’Est.
  • è bene imparare a distinguere integratori sicuri dagli altri, vedi il sito del Crn, Council for responsible nutrition
  • la maggioranza delle industrie europee controlla la qualità della materia prima e segue procedure di HACCP e GMP (norme di buona prassi) nella produzione

Post a comment