La domanda globale di mercato per gli oli essenziali è stimata in circa 5,50 miliardi di dollari nel 2014 dovrebbe raggiungere LL9,80 miliardi di dollari nel 2020, con un tasso di crescita annuo del  9% fino al 2020 secondo un recente rapporto.

Origine – Gli oli essenziali vengono estratti da una vasta gamma di piante ed erbe: arancio,  eucalipto, mentuccia selvatica, citronella, menta piperita, limone,  trifoglio, tiglio e menta. Nel 2014 l’arancio è stato il prodotto leader, con una quota di oltre il 35% del consumo totale. L’olio di arancio possiede eccellenti proprietà antisettiche,  anti-infiammatorie e antidepressive.

Impieghi -Sono in genere estratti per distillazione, spesso utilizzando il vapore. Vengono utilizzati in profumi, cosmetici, saponi e altri prodotti, per insaporire cibi e bevande, per l’incenso e prodotti per la pulizia per la casa.  Tra i vari impieghi (medico, food & beverage, spa e relax, pulizia e domestico ed altri) prevalgono  prodotti alimentari e bevande con  oltre il 30% del fatturato totale; per il settore è attesa una forte crescita. Spa & relax è un altro importante segmento di mercato.

Mercati – L’Europa domina il mercato globale degli oli essenziali per volumi e ricavi. La domanda, crescente, è guidata da cosmetici naturali e prodotti di bellezza, medicinali e nutraceutici grazie alla forte domanda proveniente da una popolazione che sta invecchiando in paesi come Germania, Regno Unito e Francia. Una rapida crescita è attesa nell’area Asia-Pacifico. Il Nord America è stato il secondo più grande mercato  per gli oli essenziali.

Post a comment