Cosa mettiamo nella borsa della spesa? Due imperativi: freschezza e salute

A maggio le piste da seguire sono almeno tre:

  • frutti rossi
  • proteine di origine vegetale
  • detox (anche se non tutti amano questo vocabolo…)

Frutti rossi come fragole e ciliegie, ma attenzione alla sporca dozzina

Frutti rossi vuol dire un concentrato di antiossidanti: polifenoli e, in particolare, antociani. Quindi fragole e ciliegie (oltre a more, mirtilli, lamponi naturalmente).

Le fragole

fragole-la-spesa-di-maggio

FONTE: www.territori.coop.it

 

Le ciliegie

contengono una discreta dose di vitamina A e C, sono diuretiche e depurative. Aiutano la memoria.

Legumi, le proteine vegetali da mangiare fresche

Anche se il valore biologico delle proteine vegetali è inferiori a quelle animali, i legumi sono comunque ricchi di:

  • fibre
  • sali minerali
  • vitamine 
  • hanno un basso contenuto di calorie.

Due proposte: piselli e fave

fave-la-spesa-di-maggio

FONTE: www.territori.coop.it

E per continuare a depurarti in maggio

oltre ai prodotti citati, prova anche:

  • Barba di frate, simile all’erba cipollina con le sue foglie sottili e filiformi. È un’ottima fonte di vitamina C e contiene anche vitamina A, calcio, fosforo e pochissime calorie
  • asparagi  diuretici e depurativi
  • ravanelli
ravanelli-la-spesa-di-maggio

FONTE: www.territori.coop.it

  • verdure a foglia verde
  • ortica  
  • tarassaco
  • erbe aromatiche
  • sedano: ricco di potassio. La maggior parte di nutrienti è nelle foglie; più nei tipi verdi che nei bianchi
sedano territori coop

FONTE: www.territori.coop.it

 

Post a comment