La fame nel mondo ha colpito 815 milioni di persone nel 2016, l’11% della popolazione globale

Lo dice il rapporto Fao 2017  The State of Food Security and Nutrition in the World 2017  curato dalle agenzie dell’Onu Fao, Ifad e Wfp.

Ma aumenta anche l’obesità e riguarda sia i bambini al di sotto dei cinque anni sia gli adulti

Il cibo a disposizione è più che sufficiente per nutrire tutta la popolazione del pianeta eppure aumenta la popolazione

  • che soffre la fame dopo che per dieci anni era calata in modo continuo
  • che soffre di disturbi da cattiva alimentazione.

I due fenomeni spesso coesistono nelle stesse popolazione e anche nella stessa famiglia a causa di scelte alimentari

  • meno salutari
  • più dense di energia.

Nel mondo vi sono circa 41 milioni di bambini sotto i cinque anni  in sovrappeso: oltre il 6% nel 2016 contro il 5% del 2005

L’obesità adulta continua a crescere dappertutto, rappresentando un fattore di rischio importante per le malattie non trasmissibili tra cui le malattie cardiovascolari, il diabete e alcune forme di cancro.

L’obesità globale è più che raddoppiata tra il 1980 e il 2014. Secondo il rapporto Fao, nel 2014 più di 600 milioni di adulti erano obesi, a circa il 13% della popolazione adulta del mondo.

I paesi più obesi

  • 28% in Nord America, Europa e Oceania
  • 11% in Africa
  • 7%  per cento in Asia.
  • circa un quarto della popolazione adulta in America Latina e nei Caraibi.

Storicamente la prevalenza dell’obesità adulta è stata molto più bassa in Africa e in Asia, paesi a basso e medio reddito.

Post a comment